festa di chisura della campagna elettorale

La campagna elettorale sta per finire. E per concludere la nostra bella avventura in giro per il paese vogliamo incontrarvi tutti Venerdi 4 Maggio, a Piazza “Padella”.

Dalle 18 in poi saremo lì per chiacchierare, mangiare, ascoltare buona musica e scambiarci gli ‘in bocca al lupo’ per la tornata elettorale in avvicinamento.

Tra gli ospiti che interverranno per sostenere il nostro progetto

Ecco qui sotto il programma dettagliato

Ore 18.00    Laboratori di Pittura e Disegno
Ore 20.00    Apertura Stand Gastronomici
Ore 21.30    Comizio Di Chiusura
Ore 22.30    “Ursu Panaru” In Concerto

Intervengono

On. Stefano Pedica – Senatore IDV
On. Luigi Nieri – Consigliere Regionale, capogruppo di Sinistra Ecologia Libertà al Consiglio Regionale del Lazio.
On. Marco Di Stefano, Consigliere Regionale
Carlo Leoni, Direzione Nazionale Sinistra Ecologia Libertà

Gabriele Salvatori e Giovanni Fornari
Espressione Della Società Civile

Concludono
I Candidati Della Lista N.2 “Marcellina Bene Comune”

Antonio Bassani, candidato sindaco.

Annunci

Aderiamo a Salvaiciclisti!

Sabato 28 Aprile a Roma ci sarà una grande manifestazione dal nome #salvaiciclisti. Marcellina Bene Comune è impegnata nella campagna elettorale, ma comunque alcuni di noi saranno presenti alla manifestazione, per testimoniare l’importanza di questa campagna.

#salvaiciclisti è infatti un movimento popolare e spontaneo, indipendente da partiti e associazioni, che chiede alla politica interventi mirati per aumentare la sicurezza dei ciclisti sulle strade italiane sulle quali sono morti negli ultimi 10 anni 2.556 ciclisti. Tutto parte dall’iniziativa Cities fit for cyclists del Times e dal manifesto di 8 punti che viene ripreso dai blogger italiani e rilanciato in rete sotto il nome di #salvaiciclisti.

Gli 8 punti del manifesto del Times sono già stati convertiti in un disegno di legge sottoscritto da oltre 60 parlamentari di tutte le forze politiche (tranne la Lega) attualmente in fase di approvazione al Senato.

Insieme alla manifestazione è partita anche l’iniziativa “Caro Sindaco”, una lettera con cui si chiede l’implementazione a livello locale di 10 punti per favorire la ciclabilità e la sicurezza dei ciclisti nelle città Italiane.

Speriamo di indirizzare la lettera al nostro Antonio Bassani, e di poter diffondere anche a Marcellina l’uso della bici e il rispetto per i ciclisti.

 

 

Eccoci qua!

antonio bassaniPrima uscita pubblica per la lista Marcellina Bene Comune!

Martedì 3 Aprile dalle 18 alle 20 i candidati consiglieri, insieme al candidato sindaco Antonio Bassani, hanno iniziato la loro campagna elettorale itinerante: da Piazza IV Novembre fino a Piazza Cesare Battisti a piedi, per parlare con la gente, presentarsi e distribuire un po’ di materiale.

Come è andata? Bene!

Qualcuno era un po’ perplesso nel vederci muovere in massa per le strade del paese, qualcuno ci è sembrato molto diffidente verso la politica, qualcuno ci ha dato consigli, qualcuno ci ha messo in guardia, qualcuno ci ha chiesto risposte e noi abbiamo provato a dargliele. Chissà se lo abbiamo convinto?

 

Campagna di obbedienza civile – Acqua pubblica

Marcellina Bene Comune aderisce alla campagna di “obbedienza civile” per l’attuazione del referendum promossa dal “forum Italiano dei movimenti per l’acqua”.
Dal mese di Marzo presso la sezione di SEL di Marcellina, in Corso Vittorio Emanuele, è possibile ritirare e compilare i moduli  per la richiesta del rimborso dell’importo addebitato dalla ACEA ATO2 nella bolletta sotto la voce “remunerazione del capitale investito”, pari al 18,24%, e ingiustamente addebitato dal 21 luglio 2011.

Per maggiori informazioni chiedete pure qui o visitate le pagine del movimento referendario.

Il perchè di una lista ‘bene comune’

La lista MARCELLINA BENE COMUNE nasce dall’esigenza di recuperare nel nostro comune un contesto di democrazia e di libertà, dando finalmente ai cittadini la possibilità di scegliere liberamente da chi intendono essere governati.

Le elezioni amministrative del 6 e 7 Maggio 2012 sono un appuntamento decisivo per il nostro paese che può e deve voltare pagina soprattutto davanti a un’evidente liquefazione del concetto stesso di comunità nella quale non c’è più spazio per le iniziative, le proposte, le idee, il dissenso, la partecipazione consapevole e libera, dove i diritti sono divenuti favori e dove la mancanza di una valida opposizione ha determinato un rilevante deficit di democrazia, un vuoto di trasparenza e di vigilanza che ha consentito il libero esercizio della volontà da parte di chi detiene il potere decisionale.